BRISE SOLEIL | SCHERMI CHE DIVENTANO DECORI

Giu 25, 2024

I BRISE SOLEIL sono delle lamelle che possono avere un orientamento orizzontale o verticale e servono per schermare dal sole gli edifici. Le pale possono essere fisse orientabili, inserite all’interno di telai fissi o scorrevoli, oppure posizionate su montanti a “effetto fuga”, a seconda delle esigenze estetiche del progetto. L’ampia scelta di mate- riali, che spaziano dall’alluminio al legno di varie specie, la ricca gamma cromatica Ral standard, cui si aggiungono colorazioni speciali su richiesta, e le diverse forme di profilatura delle pale consentono la massima personalizzazione architettonica del prodotto, favorendo l’integrazione ottimale dei frangisole con le facciate degli edifici in cui vengono installati.

Nel tempo sono diventate un vero e proprio motivo architettonico progettuale per gli edifici moderni attribuendo loro carattere ed originalità, andando a costituire uno degli elementi compositivi della progettazione architettonica, creando un “gioco” di pieni e di vuoti nella facciata dell’edificio, alleggerendone così, l’impatto materico articolandone i volumi. Le loro principali funzioni sono:

-proteggere dalla luce diretta quando questa possa provocare degli abbagliamenti;

⁃ riflettere la luce in profondità dell’interno, migliorando così l’illuminazione naturale e riducendo l’uso dell’illuminazione artificiale

-ridurre gli apporti termici troppo elevati evitando di:

-ostacolare il contatto visivo con l’esterno;

-alterare lo spettro della luce naturale e i colori all’interno;

-ridurre l’illuminazione in modo tale da rendere necessaria l’illuminazione artificiale.

L’efficienza delle schermature dipende dalla loro forma, posizione e dalla loro adattabilità alle varie condizioni di soleggiamento e di luce. I più efficaci sistemi sono quelli regolabili, perché consentono il controllo della luce in rapporto alla variazione delle condizioni meteorologiche, mentre i sistemi fissi sono efficaci solo in certe ore di soleggiamento.

Brise soleil fissi

I brise soleil fissi vengono generalmente disposti sopra o davanti a ciascuna finestra (o anche a ciascuna fila di finestre), sulla copertura con un oggetto sufficiente a schermare l’irraggiamento solare dei piani più bassi, o infine su tutta la facciata, in modo da diventare anche un elemento architettonico caratterizzante di una facciata o un intero edificio e possono essere montate in senso sia orizzontale che verticale.

I normali sistemi fissi schermano la luce solo in quelle condizioni di soleggiamento per le quali sono stati progettati e non sono adattabili ad altre condizioni, per questo motivo sono spesso necessari anche sistemi complementari mobili. Le schermature fisse sono efficaci soprattutto sul lato sud ed in estate, quando il sole si trova in posizione alta. Per il loro giusto dimensionamento bisogna eseguire precisi calcoli astronomici o costruzioni geometriche. Errori di dimensionamento possono avere gravi conseguenze. La determinazione dell’ombreggiamento è più facile con l’uso di un heliodon, uno strumento che consente la simulazione del percorso giornaliero stagionale del sole. I pregi delle schermature fisse sono dati dalla loro robustezza e dall’assenza di componenti meccanici.

La robustezza le rende insensibili a forti venti e l’assenza di componenti meccanici esenti da frequenti manutenzioni.

Cosa offre il mercato?

Ad oggi il mercato offre una varietà infinita di tipologie di lamelle schermanti che vanno dal pvc, legno di larice o perfino cotto, particolarmente adatte a edifici in zone montane o alla ristrutturazione di edifici persistenti, come ad esempio vecchi fienili cascine: i brise soleil in cotto si ispirano infatti al tipico mandolato diffuso ad esempio nei granai e fienili della pianura padana costituito da elementi modulari accostati secondo varie combinazioni per formare trafori e graticci decorativi, utili anche per l’illuminazione, l’areazione e la schermatura della luce solare all’interno dei vari ambienti.

Anche se i brise soleil fissi offrono una schermatura solare meno efficiente, se disposti davanti alle finestre presentano alcuni vantaggi supplementari, come ad esempio contribuire a schermare l’edificio dal rumore (grazie al potere di riflessione di ciascuna lamella) e rendere più difficili le intrusioni illecite e gli atti di vandalismo.

Brise soleil orizzontali

Quelle orizzontali sono efficaci soprattutto sulle facciate orientate verso sud e conferiscono il massimo ombreggiamento a mezzogiorno, mentre quelle verticali, disposte sullo stesso lato, schermano la luce diretta solo se il sole si trova ad est o ad ovest, ossia alla mattina e alla sera. In regioni particolarmente soleggiate e calde, le due tipologie sono spesso combinate insieme. Così gli apporti di calore rimangono limitati durante tutto il giorno. Gli aggetti orizzontali di solito abbassano I’illuminamento degli interni, ma possono anche essere progettati e costruiti come riflettori che dirigono la luce verso il soffitto, divenendo così light- shelves.

La riflessione del soffitto aumenta il livello d’illuminamento e rende la distribuzione della luce più equilibrata. I convenzionali aggetti fissi sono costruiti in cemento armato, ma si stanno sempre più diffondendo sistemi di schermature metalliche. L’industria offre sistemi a lamelle o a tubi in alluminio, acciaio vetro, prodotti in serie, vi sono inoltre delle carpenterie metalliche che producono su richiesta e su disegno dell’architetto, anche forme particolari.

Brise soleil verticali

Questi elementi riflettono la luce soprattutto orizzontalmente o verso il basso e, per evitare abbagliamenti, dovrebbero avere delle superfici opache. Non riflettono la luce verso il soffitto e quindi non aumentano il livello d’illuminamento interno, per questo motivo sono spesso combinate con elementi orizzontali riflettenti. Le schermature verticali fisse ombreggiano le finestre solo nelle ore in cui la luce è rasente e se sono disposte a poca distanza. Invece quando la luce arriva perpendicolarmente sulla facciata, servono a poco. La disposizione a poca distanza ostacola e restringe inoltre la vista verso |’esterno. Disposte a maggiore distanza, rendono necessari sistemi complementari, per esempio tende a lamelle orizzontali e regolabili. Nelle regioni calde, le schermature verticali sono utili sulla facciata nord che riceve luce rasente nelle prime ore della mattina e in quelle tarde del pomeriggio. Questo provvedimento serve soprattutto a ridurre il carico termico di edifici con molte fonti interne di calore.

La migliore protezione dal sole e schermatura solare è però ottenibile solamente con i brise soleil orientabili, in grado cioè di garantire una regolazione ottimale dell’ombreggiamento sia in base al periodo dell’anno, che alle varie ore del giorno. In questo caso, ciascuna lamella è fissata su un perno girevole, e tutti gli elementi della serie vengono resi solidali tra loro e comandati a distanza con un dispositivo manuale oppure elettrico. L’uso ottimale di questo sistema appare senz’altro la costruzione di coperture (anche perfettamente orizzontali) simili a tettoie o pensiline, poste ad esempio a protezione dell’ingresso di un edificio o di spazi accessori come terrazzi e lastrici solari: ne costituisce un ottimo esempio in produzione le superfici completamente lisce nella parte sia superiore che inferiore. Questa caratteristica è molto importante perchè evita accumuli di detriti portati dal vento (foglie, rametti, cartacce, eccetera) tra le lamelle, difficilmente asportabili dopo l’installazione dei brise soleil.

Brise orientabili

Inoltre, le dimensioni delle lamelle e dei tubolari di sostegno vengono sempre determinate in rapporto all’edificio esistente ed esse sono completamente prive di viti o altri simili elementi a vista, conferendo all’insieme un notevole pregio estetico. La rotazione delle lamelle varia da 0 a 135 gradi, consentendo una ventilazione naturale anche nelle giornate più afose.

Scopri come ACFABERTEK può trasformare i tuoi arredamenti. Rivolgiti a noi per un upgrade di successo! Contattaci