ACCIAIO CORTEN

Mar 21, 2024

STORIA

Il Cor-Ten è un acciaio appartenente alla categoria degli acciai basso legati (con minima presenza nella lega di altri elementi oltre al ferro ed al carbonio).

Il Cor-Ten è stato scoperto nel 1933 da una società americana, la United States Steel Corporation, divenuta poi dal 2003 Arcelor-Mittal, come acciaio basso legato alto resistenziale e auto passivante, definito ‘patinabile’.

La ricerca si sviluppa a partire dagli anni ’60 ed il primo uso per applicazioni architettoniche arriva nel 1964 per merito dell’architetto Americano di origini Finlandesi, Eero Saarinen con la John Deere World Headquarters in Illinois.

CARATTERISTICHE

Le principali caratteristiche del Cor-Ten risiedono proprio nel nome. Infatti le 2 principali peculiarità di questo acciaio sono:

-Elevata resistenza alla corrosione (CORrosion resistance)

-Elevata resistenza meccanica (TENsile strength)

Sono tanti i vantaggi sia dal punto di vista tecnico sia economico per chi volesse avvelersi del Cor-Ten. Infatti, un’altra caratteristica importante che differenzia questo tipo di acciaio dai comuni acciai strutturali al carbonio, é la possibilità di realizzare apprezzabili riduzioni di spessore e conseguenti diminuzioni di peso. Inoltre, I’ottima resistenza off erta dal Cor-Ten alla corrosione atmosferica, consente I’utilizzazione di questo prodotto allo stato “nudo”, oppure, se pitturato, di ridurre sensibilmente Ie periodiche operazioni di manutenzione. L’acciaio Cor-Ten, durante I’esposizione allo stato non pitturato alle diverse condizioni atmosferiche, si riveste di una patina uniforme e resistente, costituita dagli ossidi dei suoi elementi di lega, che impedisce i| progressivo estendersi della corrosione.

Questo rivestimento, di gradevole colorazione bruna, variabile di tonalità con gli anni e con I’ambiente esterno, oltre a costituire una valida protezione contro I’aggressione degli agenti atmosferici, conferisce al prodotto possibilità di soluzioni estetiche. Se la patina superficiale viene intaccata o scalfita, l’acciaio si ossida di nuovo per costruire una nuova protezione che perdura inalterata nel tempo. Questo fenomeno di rigenerazione si può ripetere più volte, mantenendo così una protezione continua. E’ dunque un materiale che “Vive” e si auto protegge.

LAVORAZIONI

La Piegatura a Freddo del Cor-Ten può avvenire fino a spessori di 12,5 mm purchè si rispettino alcuni raggi minimi di curvatura riportati in apposite tabelle.

Per Piegature più accentuate o per lastre di spessore superiore è consigliabile la Piegatura a Caldo.

Per Ia Formatura a Caldo del Cor-Ten non sussistono problemi particolari. L’elemento viene riscaldato ad una temperatura non superiore a 1.100° C e successivamente si termina con I’operazione di formatura ad una temperatura compresa fra 815° C e 900° C. II raffreddamento conseguente alla Formatura a Caldo non produce apprezzabile indurimento del materiale, quindi, se la Iavorazione é stata eseguita in modo corretto, non sono necessari trattamenti termici finali. E senz’altro sconsigliabile I’esecuzione della Formatura a Caldo ad una temperatura inferiore ai 650°C.

Per quanto riguarda la Saldatura invece, il Cor-Ten essere saldato in tutti gli spessori e con tutti i più comuni metodi di saldatura:

— Ad arco con elettrodi rivestiti

—  arco sommerso

— Ad arco sotto gas protettivo

— A resistenza.

Nella maggior parte dei casi possono essere adoperati materiali di apporto comunemente adottati per la Saldatura di acciai al carbonic-manganese aventi caratteristiche meccaniche simili a quelle del Cor-Ten

TIPOLOGIE

Esistono tre tipi di Cor-Ten che presentano differenti caratteristiche ed é quindi necessario scegliere il tipo di acciaio pic: idoneo alle esigenze progettuali: il tipo A, denominato “al fosforo” e particolarmente adatto per applicazioni architettoniche ed i tipi B e C, Che meglio si prestano nel caso di strutture fortemente sollecitate. La composizione chimica del Cor-Ten A conferisce a questo tipo di acciaio una resistenza all’attacco degli agenti atmosferici da cinque a otto volte superiore a quella di un comune acciaio al carbonio. II Cor-Ten A é l’acciaio che più si presta per essere impiegato allo stato non pitturato e, per il suo gradevole aspetto, si rivela particolarmente idoneo per applicazioni “architettoniche”.

II Cor-Ten A viene normalmente prodotto in spessori fi no a 12,5 millimetri. Il Cor-Ten B, comunemente denominato “Ai vanadio”, è caratterizzato da una composizione chimica che permette di mantenere elevate caratteristiche meccaniche anche in forti spessori. I prodotti in Cor-Ten B, data Ia gamma estesa di spessori in cui sono disponibili (fino ed oltre i 100 mm), trovano vasta applicazione in tutte quelle costruzioni, anche complesse, in cui sono richieste elevata resistenza meccanica e buona resistenza alla corrosione atmosferica. II Cor-Ten C, introdotto sul mercato più di recente, presenta una resistenza meccanica notevolmente superiore agli altri clue tipi (A e B), pur conservando caratteristiche di resistenza alla corrosione atmosferica é di circa quattro volte superiori a quelle degli acciai al carbonio. II tipo C off re quindi nuove interessanti possibilità di impiego per I’acciaio Cor-Ten, specialmente in quelle applicazioni per le quali Ie moderne tecniche di progettazione richiedono materiali aventi una resistenza meccanica sempre più elevata.

Scopri come ACFABERTEK può trasformare i tuoi arredamenti. Rivolgiti a noi per un upgrade di successo! Contattaci